Sindrome delle faccette articolari

Condividi sui social

Mal di schiena che non passa?

La Sindrome delle Faccette Articolari è una patologia algo-disfunzionale a carico delle faccette articolari vertebrali, le uniche articolazioni della colonna vertebrale che anatomicamente sono configurate per garantire la mobilità della colonna vertebrale.

Si manifesta come un mal di schiena cronico, in cui il dolore peggiora quando si sta a lungo in piedi o quando si flette il busto in avanti.

La causa della sindrome delle faccette articolari risiede nell’instabilità delle vertebre e nel sovraccarico ai danni delle piccole articolazioni, le faccette articolari, che fungono da collegamento fra le vertebre.

Il sovraccarico può essere facilitato da fattori quali:

  • obesità,
  • età,
  • sedentarietà,
  • postura scorretta.

Anche la presenza di osteoartrite o di altri fenomeni degenerativi può facilitare la comparsa della sindrome.

La sindrome delle faccette si manifesta con:

  • dolore in sede lombare, approssimativamente sopra le articolazioni interessate
  • dolorabilità lombare alla pressione sulle faccette
  • provocabilità del dolore con i movimenti di estensione e rotazione del tronco verso il lato affetto e miglioramento con la flessione
  • aggravamento del dolore col mantenimento della posizione eretta e seduta per tempi più o meno lunghi e miglioramento con il riposo a letto
  • rigidità della colonna

Nel caso in cui vi sia diagnosi certa di sindrome faccettale le opzioni di trattamento sono fondamentalmente tre:

  • trattamento conservativo: può essere eseguito attraverso la rieducazione posturale individuale, le terapie antalgiche e il nuoto;
  • trattamento con radiofrequenza: una volta che il test antalgico risulta positivo, si può eseguire la termoablazione con radiofrequenza della faccetta articolare, andando ad eseguire una lesione del ramo nervoso tributario della faccetta articolare attraverso un elettrodo inserito in anestesia locale sotto controllo radiologico;
  • trattamento chirurghico: le tecniche chirurgiche a disposizione vanno dalle classiche stabilizzazioni con viti e barre, alle stabilizzazioni di recente introduzione quali quelle con fissatori interfaccettali o transfaccettali
Sindrome delle faccette articolari

Dott.ssa Francesca carandina

Prenota una visita

Prenota una visita

Per prenotare un appuntamento o chiedere informazioni