Sciatalgia

Condividi sui social

L’infiammazione del nervo sciatico

La sciatalgia è un dolore lungo il territorio innervato dal nervo sciatico. Solitamente deriva da compressione delle radici nervose nella parte inferiore della schiena. Le cause più diffuse comprendono erniazione del disco inter-vertebrale, osteofiti, fibrosi e restringimento del canale vertebrale (stenosi spinale). I sintomi comprendono dolore irradiato dai glutei lungo l’arto inferiore. La diagnosi a volte comporta la necessità di eseguire una RM o una TC.

L’elettromiografia e gli studi della conduzione nervosa contribuiscono a identificare e confermare il livello colpito. La terapia comprende misure sintomatiche e a volte un intervento chirurgico, soprattutto se è presente un deficit neurologico.

Nei pazienti con la sciatalgia, il dolore si irradia lungo il decorso del nervo sciatico (sintomi correlati alle radici nervose L4, L5 e S1), il più delle volte lungo i glutei e il versante posteriore della coscia fino a sotto il ginocchio. 

La manovra di Valsalva (manovra manuale che si effettua compiendo un’espirazione dopo un’inspirazione profonda, tenendo chiusi bocca e naso) o la tosse possono peggiorare il dolore se la causa è un’ernia del disco intervertebrale. I pazienti possono lamentare intorpidimento e talvolta debolezza nella gamba colpita.

Alcuni fattori di rischio possono contribuire alla comparsa dell’infiammazione e del dolore. Tra questi:

  • lavori pesanti o ripetitivi, soprattutto in rotazione;
  • età avanzata che favorisce la disidratazione dei dischi intervertebrali;
  • marcato sovrappeso corporeo e sedentarietà;
  • diabete;
  • errate posture

Per il trattamento si consiglia:

  • Attività fisica come tollerata, analgesici e, talvolta, farmaci per il dolore neuropatico
  • Fisioterapia
  • Talvolta corticosteroidi orali o epidurali
  • Chirurgia per casi gravi
schiena

Dott.ssa Francesca carandina

Prenota una visita

Prenota una visita

Per prenotare un appuntamento o chiedere informazioni