Spondiloartrosi

Condividi sui social

Artrosi degenerativa della colonna

L’artrosi alla colonna vertebrale o spondiloartrosi è una patologia degenerativa che colpisce le faccette articolari e la cartilagine dei dischi intervertebrali, i quali perdono elasticità e non assolvono più la loro funzione di ammortizzare gli urti generati dal movimento del corpo.

La spondiloartrosi è quindi un quadro di artrosi che coinvolge le strutture anatomiche del rachide, ovvero:

  • disco intervertebrale,
  • corpi vertebrali,
  • tessuti paravertebrali adiacenti.

Si manifesta per lo più in soggetti in età avanzata o individui che svolgono lavori pesanti o lavori che richiedono posture fisse ed errate del corpo per lunghi periodi di tempo.

Le principali cause di spondiloartrosi sono: vizi posturali prolungati (mantenimento di posizioni errate), sforzi esagerati e prolungati, trauma alla schiena, patologie sistemiche che colpiscono secondariamente la colonna vertebrale, lavori pesanti, sovrappeso e obesità.

Il quadro clinico della spondiloartrosi prevede diversi sintomi, tra cui:

  • Dolore alla schiena, con irradiazioni a braccia e gambe difficoltà nei movimenti, nelle lunghe camminate e nel mantenere la posizione eretta per diverso tempo, 
  • astenia e malessere generalizzato, 
  • dolori muscolari e/o articolari piuttosto diffusi, 
  • parestesie (sensazione di formicolio) e altri disturbi sensitivi.

ll percorso diagnostico si avvale di anamnesi ed esame obiettivo, coadiuvato dall’esecuzione di alcuni esami strumentali.

A seconda della gravità della spondiloartrosi, si può optare per un trattamento di tipo conservativo o chirurgico.

Tra le opzioni chirurgiche di trattamento della spondiloartrosi, vi è ad esempio la sostituzione di un disco vertebrale danneggiato con uno artificiale. Il tipo di intervento chirurgico da effettuare va comunque attentamente valutato a seconda delle condizioni cliniche del paziente.

Quando si opta per un trattamento di tipo conservativo, invece, si cerca innanzitutto di migliorare lo stile di vita del paziente. Per questo, si cerca di intervenire sulla dieta seguita e di incoraggiare il paziente ad eseguire più attività fisica.

L’opzione terapeutica maggiormente consigliata nel caso di trattamento conservativo della spondiloartrosi consiste nella combinazione di fisioterapia e antinfiammatori.

back

Dott.ssa Francesca carandina

Prenota una visita

Prenota una visita

Per prenotare un appuntamento o chiedere informazioni