Artrosi della caviglia

Condividi sui social

Una malattia degenerativa

L’artrosi di caviglia è caratterizzata da una degenerazione della cartilagine articolare. Il degrado ha una progressione costante nel tempo e può portare ad una deformazione dell’articolazione (artrosi della caviglia deformante). Si tratta di una vera e propria patologia cronica, se non trattata può peggiorare drasticamente fino a creare degli ostacoli anche a livello di camminata. Questo genere di malattia degenerativa può avere un impatto molto negativo nella vita di tutti i giorni. La funzione più compromessa è la discesa dalle scale e dalle rampe.

L’artrosi alla caviglia può essere scatenata da due motivi principali:

  • esiti di un trauma
  • reumatismo articolare.

Altre cause possono essere:

  • Lesioni a livello di cartilagine della caviglia;
  • Ereditarietà;
  • Artrite reumatoide;
  • Malattie infiammatorie;
  • Obesità;
  • Ginocchio varo o valgo;
  • Assunzione di una postura scorretta;
  • Piedi piatti.

Quali sono i sintomi più comuni per riconoscere l’artrosi?

1) Dolore: si tratta del primo segnale che avverte che qualcosa non funziona nel modo corretto. Questo deriva da un deterioramento delle cartilagini. Il dolore si presenta nel momento in cui si effettuano degli sforzi per un periodo di tempo prolungato e una volta terminate le attività quotidiane a fine giornata.

2) Rigidità: è causata dalla contrazione riflessa che avviene a livello muscolare e determina una graduale perdita di mobilità.

3) Tumefazione: il gonfiore è causato da infiammazione e versamento.

4) Deformità: un sovraccarico in determinati punti della caviglia che non fa altro che peggiorare sia a livello visivo sia in termini di dolore cronico.

Quali sono i metodi migliori per curare l’artrosi?

Con queste tecniche, è possibile alleviare i sintomi dell’artrosi e soprattutto rallentare la malattia nel tempo. Ovviamente, la scelta del trattamento varia in base allo stadio dell’artrosi, quindi è compito dello specialista suggerire la cura migliore in base alle caratteristiche del paziente.

Inoltre, una delle tecniche più importanti per conservare la funzionalità della caviglia è svolgere attività motoria. Limitarsi nei movimenti a causa dell’indolenzimento delle articolazioni costringe i pazienti a limitarsi in quelle che sono le normali funzioni della caviglia. Questo atteggiamento aggrava ulteriormente il problema, quindi è molto importante svolgere un’attività motoria in modo equilibrato e che sia benefica per la caviglia.

artrosi caviglia

Dott.ssa Francesca carandina

Prenota una visita

Prenota una visita

Per prenotare un appuntamento o chiedere informazioni