Cistite interstiziale

Condividi sui social

Infiammazione cronica della vescica

La cistite interstiziale è un’infiammazione non infettiva della vescica che genera dolore (sovrapubico, pelvico e addominale), pollachiuria (necessità di urinare più volte durante il giorno) e urgenza con incontinenza. La diagnosi è data dall’anamnesi e dall’esclusione di altre malattie sia clinicamente che mediante cistoscopia e biopsia. 

Nello specifico, è una condizione del corpo umano in cui si ha un’infiammazione cronica della vescica e può affliggere soggetti di qualsiasi età, uomini o donne, anche se si riscontra con maggiore facilità nei pazienti di genere femminile.

Con il trattamento, la maggior parte dei pazienti migliora, ma la guarigione è rara. Il trattamento varia, e comprende modificazioni dietetiche, ginnastica vescicale, pentosano, che è un medicinale utilizzato per il trattamento degli adulti affetti da sindrome della vescica dolorosa, analgesici e terapie intravescicali.

La chirurgia (come cistectomia parziale, ampliamento vescicale, neovescica e derivazione urinaria) è una soluzione estrema per quei pazienti con dolore intollerabile refrattario a tutti gli altri trattamenti. L’esito è imprevedibile e in alcuni pazienti, i sintomi persistono.

La cistite interstiziale è inizialmente asintomatica, ma i sintomi compaiono e si aggravano nel corso degli anni, a mano a mano che la parete vescicale si altera. Sono presenti senso di peso o dolore soprapubici e pelvici, associati di solito a pollachiuria o urgenza.

Tali sintomi peggiorano col riempimento vescicale e diminuiscono quando i pazienti urinano; in alcuni soggetti, i sintomi peggiorano durante l’ovulazione, le mestruazioni, le allergie stagionali, gli stress fisici o emotivi o durante i rapporti sessuali.

Gli alimenti con alto contenuto di potassio (p. es., agrumi, cioccolata, bevande contenenti caffeina, pomodori) possono provocare esacerbazioni. Tabacco, alcol, e cibi piccanti possono peggiorare i sintomi. Se la parete vescicale diventa rigida, la capacità della vescica diminuisce, provocando o peggiorando l’urgenza e la frequenza minzionali.

In ogni caso, una diagnosi precoce è fondamentale per evitare danni irreversibili e per individuare il prima possibile una terapia idonea.

infezione

Dott.ssa Francesca carandina

Prenota una visita

Prenota una visita

Per prenotare un appuntamento o chiedere informazioni