Ernia del disco

Condividi sui social

Il disco lacerato della colonna vertebrale

L’erniazione del disco si verifica quando il rivestimento duro di un disco nella colonna vertebrale si lacera o si rompe. La parte interna morbida e gelatinosa del disco può sporgere (erniare) dal rivestimento.

La spina dorsale (colonna vertebrale) è costituita dalle vertebre. Tra le vertebre, vi sono dei dischi che assorbono gli urti. I dischi presentano un robusto strato esterno di fibrocartilagine e una parte interna morbida e gelatinosa, detta nucleo polposo.

Se un disco viene compresso improvvisamente dalle vertebre che si trovano al di sopra e al di sotto di esso (come quando si solleva un oggetto pesante), il rivestimento esterno può lacerarsi (rottura) causando dolore

La parte interna del disco può rimanere schiacciata nelle lacerazioni della protezione e, di conseguenza, una parte ne fuoriesce (ernia). Questa fuoriuscita può comprimere, irritare e perfino danneggiare la radice nervosa spinale o talvolta il midollo spinale.

Un disco rotto o erniato nel rachide lombare in genere causa lombalgia e sciatica. Può causare dolore al collo se la rottura o l’ernia riguarda un disco cervicale (detta ernia discale cervicale).

Quali sono i sintomi?

Spesso i dischi erniati, anche quelli che appaiono chiaramente sporgenti o erniati in esami come la risonanza magnetica per immagini (RMI) o la tomografia computerizzata (TC), non causano sintomi. I dischi erniati che non causano sintomi sono più comuni con l’avanzare dell’età. Tuttavia, i dischi erniati possono causare un dolore che va da leggero a invalidante. Il movimento spesso intensifica il dolore, che è aggravato da tosse, starnuti, sforzi o piegamenti in avanti.

La diagnosi

La risonanza magnetica per immagini (RMI) o la tomografia computerizzata (TC) sono esami di diagnostica per immagini eseguiti per identificare la causa e stabilire la sede di un’ernia discale. 

Gli esami di nervi e muscoli (esami elettrodiagnostici), quali studi della conduzione nervosa ed elettromiografia, possono aiutare a identificare la radice del nervo spinale colpita.

Misure di trattamento

L’applicazione di freddo (impacchi di ghiaccio) o calore (impacchi caldi) o l’uso di analgesici da banco (come paracetamolo e farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) può contribuire a calmare il dolore. Se i sintomi non vengono alleviati dagli analgesici, i medici possono somministrare corticosteroidi per via orale o mediante iniezione epidurale (lo spazio tra il rachide e il rivestimento esterno del midollo spinale). 

ernia del disco

Dott.ssa Francesca carandina

Prenota una visita

Prenota una visita

Per prenotare un appuntamento o chiedere informazioni